Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DISPAA Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell'Ambiente

Camilla Pandolfi

Dati personali


   

Dott.ssa Camilla Pandolfi


Qualifica: Assegnista di ricerca - Marie Curie


DiSPAA - Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell'Ambiente
Polo Scientifico - Viale delle Idee 30, 50019 Sesrto F.no Firenze

Titolo: Marie Curie Fellow, Ph.D

Contatti:
Tel. +39.055/4574054
Fax +39.055/4574017
e-mail: camilla.pandolfiatunifi.it

Luogo e data di nascita:
Firenze il 20 settembre 1978

 

 

Titoli di studio, formazione, conoscenze:

  • Università degli Studi di Firenze - Conseguimento del titolo di dottore di ricerca in data 21/03/2008. Titolo della tesi: Studio delle prime fasi della catena segnalatoria di risposta alle variazioni di gravità in apici radicali tutor Prof. Mancuso.
  • Abilitazione allesercizio della professione di Dottore Agronomo e Forestale presso l’Ordine della Provincia di Firenze.
  • 28/04/2003 Università degli Studi di Firenze - Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, votazione
    110/110 e lode. Titolo della tesi: Possibilità di impiego del compost verde nella preparazione di substrati vivaistici relatore Prof. Nicese.
  • Lingue: Italiano (madrelingua), Inglese (eccellente)
    Competenze informatiche:  Office, LaTeX, ImageJ, ImageTool, GraphPad Prism, data-mining e Artificial Neural Networks Weka, Dreamweaver, Photoshop, Adobe CS6 suite. Utilizzo di blog e social network a scopo professionale: Twitter, Diigo, Wordpress, Linkdin. Amministratrice del sito: www.linv.org.

 


Attività di ricerca:

04/2013 - ad oggi. Marie Curie Action - Intra European Fellowship - Università degli Studi di Firenze
- DISPAA .
Progetto ROOTS. Le radici rappresentano almeno la metà della biomassa di una pianta; attraverso questa parte nascosta (the hidden half) la pianta assorbe elementi nutritivi, instaura rapporti simbiontici con microrganismi e si ancora al substrato. Essa, posta all’interfaccia tra suolo e parte epigea, risponde adattandosi a stress biotici e abiotici, modificando le sue capacità di trasporto, l’architettura ecc.
Il progetto di ricerca si propone di investigare il ruolo dell’apparato radicale nella comunicazione tra piante ed il suo ruolo nell’aumentare la tolleranza a stress abiotici.

03/2011 - 02/2013. Research fellow nell’Advanced Concepts Team – Agenzia Spaziale Europea ESTEC - Keplerlaan 1 - 2201 AZ Noordwijk Paesi Bassi .
Il team è un canale preferenziale per lo sviluppo e lo studio di nuove tecnologie e nuovi settori di ricerca di importanza strategica per la programmazione a lungo termine dell’Agenzia. L’ACT ha lo scopo di seguire, monitorare e promuovere la ricerca nel campo dell’esplorazione spaziale, proponendo
concetti innovativi e metodi di lavoro avanzati, in collaborazione con il mondo accademico.

08/2010 - 02/2011. Australian Endeavour Research Fellowship  -  progetto di ricerca “Tackling the global climate changes: salinity and oxidative stress signaling and adaptation in corn (Zea mais L.) “ svolto presso lo Stress Physiology Lab diretto dal Prof. Shabala, University of Tasmania .

03/2008 - 07/2010 Assegno di Rircerca presso il DiPSA - Università degli Studi di Firenze . Progetto
di ricerca ”L’apice radicale come centro di senso e di integrazione dei segnali nella pianta” .

01/2004 - 03/2008. Dottorato di Ricerca, Universit degli Studi di Firenze. Gli studi di dottorato si focalizzano sull’analisi delle prime fasi della catena segnalatoria in apici radicali, in condizioni di microgravità. I dati sono ottenuti durante quattro campagne di voli parabolici finanziate dallESA (Agenzia Spaziale Europea), e le misure si incentrano sulla registrazione di potenziali d’azione, e produzione di O2, NO, e di specie reattive dell’ossigeno (ROS).

11/2003 – 02/2008. Assegno di ricerca presso il Dipartimento di Ortoflorofrutticoltura, Università
degli Studi di Firenze .

 


Pubblicazioni più significative:

Google Scholar

 


 
ultimo aggiornamento: 19-Nov-2013
Unifi Home Page

Inizio pagina