Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DISPAA Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell'Ambiente

CAMINFIOR

Studio preliminare sulla propagazione e la coltivazione della Camellia azalea (sinonimo C. changii), la camelia sempre in fiore


La Camellia azalea (o C. changii) è stata scoperta in Cina, nella regione di Guangdong, alla metà degli anni ’80, suscitando grande interesse per la sua capacità di fiorire, nelle condizioni di origine, per tutto l’anno. Da noi la fioritura è prevalentemente concentrata nei mesi estivi, quando le altre camelie non presentano fiori. Le piante, a crescita lenta, presentano foglie coriacee e lucide di colore verde scuro e fiori semplici formati da 5-9 petali, rosso brillante, con stami dalle antere gialle e i filamenti rossastri. In Italia, dove la specie non viene ancora prodotta, si trovano esemplari importati direttamente dalla Cina.

Camelia azalea

Camellia azalea C.F.Wei

Nell’ambito del progetto di ricerca, finanziato dalla REGIONE TOSCANA, il Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente (DISPAA) ha realizzato su questa specie prove di crescita, di propagazione (per talea, innesto e micropropagazione) e di incrocio con C. japonica e C. sasanqua.

Camelia fiore Camelia fiore
Camelia fiore Camelia fiore
Camelia Camelia seme

Incrocio di C. azalea (portaseme) x C. japonica (donatrice di polline), da sx verso dx e dall’alto verso il basso: fiore femminile allo stadio utile per la fecondazione, fiore privato dei petali, fiore demasculato e impollinazione, incappucciamento e cartellinatura, frutto, semi.

 
ultimo aggiornamento: 09-Set-2015
Unifi Home Page

Inizio pagina