Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DISPAA Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell'Ambiente

Zootecnica


 

La zootecnica a Firenze, a livello universitario, nacque nel 1925 Al Regio Istituto Superiore di Firenze dove fu istituita la Cattedra di Zootecnia alla quale venne chiamato il prof. Renzo Giuliani (1887-1962) che tenne per 32 anni (1925-1957) la cattedra di Zootecnica e la direzione dell’omonimo Istituto dalla sua fondazione, nel 1936, fino al 1957 e, successivamente, Elvio Borgioli (dal 1957 al 1978) e infine Mario Lucifero (dal 1978 al 1986), anno di trasformazione dell’Istituto in Dipartimento, fino al 2009 dove  poi si accorpò con il Dipartimento di Biotenologie Agrarie diventando sezione di scienze animali;  attualmente è accorpato al DISPAA.

All’interno della sezione ci sono i laboratori Chimico e Biologico dove operano i tecnici Doria Benvenuti e Antonio Pezzati che si occupano di analisi bromatologiche su matrici di carne pesce a foraggi, nello specifico di analisi quantitative di proteine grezza, con metodo Kjeldhal, grassi grezzi con metodo Soxhlet, fibra grezza metodo Weende, frazioni fibrose Van Soest, assistenza tesisti e dottorandi e Antonio Bonelli che si occupa principalmente di gas cromatografia ed è responsabile dei laboratori.

Rivista zootecnia

Le attività di ricerca  della sezione riguardano: Genetica, Acquacoltura, Suinocultura, scienze Faunistiche, qualità delle produzioni animali latte e uova.

All'interno della Sezione di Scienze Animali sono presenti diversi gruppi di lavoro che si occupano delle seguenti linee di ricerca:

  • miglioramento genetico di bovini, ovini e suini; 
  • gestione di piccole popolazioni;
  • conservazione e valorizzazione delle razze autoctone;
  • studi di variabilità genetica; identificazione di metodiche di tracciabilità su base molecolare.

 

Molteplici aspetti relativi alle produzioni animali hanno riguardato le principali specie allevate anche se la suinicoltura è stata il settore privilegiato. Gli aspetti indagati hanno riguardato l’evoluzione e la crescita differenziale delle componenti corporee, la qualità della carne e del grasso, la composizione acidica dei depositi adiposi e del grasso intramuscolare, le caratteristiche chimiche, fisiche ed organolettiche dei salumi, la valorizzazione dei genotipi autoctoni e rustici. strumento 1
Foto 2 Studio delle caratteristiche quantitative e qualitative dei prodotti ittici di differente specie ed origine, in relazione a differenti fattori di influenza, nonché lo studio dei processi di decadimento post-mortali nelle matrici carne e in relazione all’influenza di specifici stressori  infra vitam o pre-mortem, o a diverse condizioni di conservazione del prodotto.
Soxtech fibertech

Interesse preminente il settore della Nutrizione ed Alimentazione animale, ed in particolare le tematiche legate

  • alla produzione di latte e formaggio;
  • alla qualità delle produzioni zootecniche derivanti dall'allevamento dei bovini, degli ovini, dei caprini, dei polli e conigli da carne;
  • allo studio del metabolismo lipidico ruminale nelle specie bovina, ovina e caprina;
  • alla valorizzazione delle produzioni di alcune razze autoctone ovine della regione Toscana;
  • all'applicazione di tecniche di allevamento estensive e biologiche nei ruminanti
  • alla messa a punto di nuove metodiche analitiche per la determinazione della componente lipidica del grasso del latte, del formaggio bovino, ovino e caprino
  • alla determinazione della componente in acidi grassi sintetizzati o modificati durante le bioidrogenazioni ruminali;
  • alla messa a punto di metodi per la interpretazione dei parametri ottenuti mediante l’applicazione delle curve di fermentazione prodotte con la tecnica della gas production.
Gas cromatografo
  • Monitor
  • Salvaguardia germoplasma animale autoctono;
  • Caratterizzazione morfologica e funzionale di razze bovine, ovine, equine  ed asinine,  produzione della carne bovina ed ovina.
  • Qualità della carne bovina ed ovina;
  • Sistemi di produzione di carne di qualità con bovini di razza Maremmana; Zootecnia biologica; Biologia e gestione della fauna selvatica.
 
ultimo aggiornamento: 21-Giu-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina