Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DISPAA Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell'Ambiente
Home page > Dipartimento > area riservata > Automezzi del Dipartimento > Linee guida per l'utilizzo degli autoveicoli del Dipartimento

Linee guida per l'utilizzo degli autoveicoli del Dipartimento

Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell'Ambiente

approvate dal Consiglio di Dipartimento del 10 aprile 2017

 

ART. 1


Gli autoveicoli a disposizione del Dipartimento sono strumenti di lavoro a tutti gli effetti e, come tali, devono essere utilizzati in modo da garantire perfetta efficienza e sicurezza. A tal fine è indispensabile la collaborazione di tutto il personale che li utilizza per consentire le attività di controllo del funzionamento e la corretta e costante manutenzione.

Allo stato attuale (marzo 2017) le autovetture in dotazione al Dipartimento sono 10 (dieci).

Tipo di veicolo

Marca/Modello

Targa

Data di Immatricolazione

Autovettura

FIAT PANDA 4X4

AP442GR

05/03/1997

Autovettura

PEUGEOT RANCH TOTEM

DG653YN

29/05/2007

Autovettura

FIAT PANDA

AY904GL

29/10/1998

Autovettura

FIAT PUNTO

AY117GT

16/12/1998

Autovettura

FIAT DOBLO'

BS766DW

24/05/2001

Autovettura

FIAT PANDA YOUNG

CB064DE

30/04/2002

Autovettura

FIAT STILO SW

CN076XE

22/04/2004

Autovettura

FIAT DOBLO'

DC007CP

09/08/2006

Autovettura

NISSAN X-TRAIL

DD525LC

14/12/2006

Autovettura

FIAT PANDA 4X4

DT135WC

03/06/2009

Altro

Rimorchio

ELLEBI LBC

AD87344

09/07/2007

 

Alle autovetture si aggiunge un rimorchio che è associato all’autovettura Fiat Doblò, targa DC007CP.
Le specifiche tecniche degli automezzi e altre informazioni aggiuntive (km totali di percorrenza, presenza di catene a bordo, luogo di giacenza) sono visibili nel documento Autoparco DISPAA 2017 che costituisce parte integrante del presente documento.

 

 

ART. 2


Il Direttore del Dipartimento nomina un tecnico che risulta referente della gestione degli autoveicoli. I principali compiti del referente sono:

  • provvedere al monitoraggio dell’uso degli autoveicoli, programmando per tempo le diverse operazioni di manutenzione ordinaria (tagliandi, revisioni, controllo pneumatici e lavaggi da effettuare a cadenza periodica). Per pianificare i suddetti interventi occorre prendere visione del documento Manutenzione Autoparco DISPAA che riflette la situazione attuale dello stato delle autovetture;
  • effettuare il pagamento di tasse e tributi (per esempio bolli e eventuale canone annuo telepass) entro il termine di scadenza;
  • mantenere aggiornato il documento Manutenzione Autoparco DISPAA in corrispondenza degli interventi di manutenzione e del pagamento di tasse e tributi; registrare per ogni autovettura del Dipartimento i parametri tecnici relativi all’impiego delle auto (km totali percorsi, km percorsi dall’ultimo tagliando e costi sostenuti);
  • ritirare i contrassegni assicurativi in Ateneo;
  • effettuare la consegna delle autovetture in officina o altra Ditta e provvedere al recupero e trasporto in Dipartimento, previa autorizzazione del Direttore di Dipartimento;
  • verificare periodicamente la presenza all’interno delle autovetture di cassette di sicurezza, di catene, di giubbetto catarifrangente e di tutte le altre dotazioni necessarie per viaggiare in sicurezza;
  • segnalare tempestivamente al Direttore del Dipartimento eventuali usi impropri rispetto a quanto contenuto in queste linee guida.

 

 

ART. 3


Il personale che utilizza le autovetture si deve attenere scrupolosamente alle seguenti linee guida di utilizzo:

  • l’autorizzazione alla guida viene rilasciata in accordo a quanto previsto dal Regolamento di Ateneo per le missioni. I frequentatori non sono autorizzati alla guida delle auto del Dipartimento;
  • l’utilizzo delle autovetture in ambito urbano è consentito solo in casi strettamente connessi con le attività di ricerca e per motivi di comprovata necessità e urgenza. Tali spostamenti sono soggetti alla preventiva autorizzazione del Responsabile scientifico e del Direttore del Dipartimento;
  • prima di effettuare una missione che preveda l’impiego di una delle autovetture di Dipartimento, è necessario prenotare il veicolo interessato su un apposito registro, informatico o cartaceo, la cui collocazione sarà indicata dai Coordinatori di Sezione. Se per qualche motivo l’autovettura non viene più utilizzata, occorre annullare il prima possibile la registrazione in modo da rendere disponibile l’autovettura per altri utenti;
  • prima dell’uso, il personale addetto alla guida, è tenuto ad accertare che il mezzo assegnato sia correttamente funzionante, senza difetti o parti mancanti che possano compromettere la sicurezza nella circolazione o dei trasportati, o siano causa di contestazione delle norme del Codice della Strada;
  • è vietato l’uso di un autoveicolo senza l’autorizzazione preventiva del Responsabile della ricerca e del Direttore di Dipartimento. Gli spostamenti effettuati senza autorizzazione potranno essere soggetti a sanzioni.
  • quando viene utilizzata un’auto, si deve compilare ogni campo del quaderno di bordo presente all’interno di ciascun autovettura. Nel quaderno di bordo devono essere registrati il nome del guidatore e dei trasportati, l’orario di partenza e di rientro, i km all’inizio e al termine dello spostamento, l’itinerario di destinazione, i litri di carburante, gli importi dei rifornimenti effettuati, il fondo di ricerca e i costi di manutenzione eventualmente occorsi. Tutti i costi sostenuti devono essere sempre documentati da ricevuta fiscale o da scontrino parlante;
  •  al termine di ogni spostamento occorre lasciare il serbatoio pieno per consentire la corretta attribuzione del controvalore relativo ai km effettuati. Il rimborso del carburante può avvenire esclusivamente dietro presentazione di scontrino parlante e/o ricevuta fiscale che dovrà essere allegato/a alla richiesta di rimborso;
  • al temine di ogni spostamento, l’auto deve essere lasciata in decoroso stato di pulizia. Chi usa l’auto è responsabile del suo stato e quindi, in caso di tragitti che hanno sporcato l’auto in maniera fuori della norma, è necessario che egli provveda al lavaggio o alla pulizia;
  • è vietato asportare i documenti presenti all’interno delle autovetture. La documentazione deve sempre rimanere nell’auto di pertinenza, ben custodita e in ordine;
  • è vietato asportare dalle autovetture qualsiasi strumento utile per la sicurezza delle persone (es. giubbetto catarifrangente, catene, cassette per la sicurezza). Il giubbetto catarifrangente deve essere presente all’interno dell’abitacolo della vettura e non nel bagagliaio;
  • in presenza di un inconveniente meccanico di modesta entità verificatosi durante uno spostamento (per esempio: foratura, lampadina bruciata, ecc.) occorre provvedere alla riparazione presso l’autofficina più vicina e farsi rilasciare la ricevuta fiscale o uno scontrino parlante per il successivo rimborso. L’intervento eseguito dovrà essere riportato nel quaderno di bordo (indicando anche data e km di percorrenza al momento della riparazione), dove verrà anche annotata l’eventuale esecuzione di tagliandi e revisioni. L’intervento effettuato e l’importo dovrà essere comunicato anche al Referente delle autovetture che provvederà all’aggiornamento del documento Manutenzione Autoparco DISPAA;
  • in nessun caso è ammissibile l’uso delle autovetture del DISPAA al di fuori delle esigenze strettamente connesse con le attività di ricerca della struttura.
  • le uscite di servizio per i tragitti strettamente inerenti le riparazioni delle autovetture seguono le regole descritte in precedenza e sono soggette a preventiva autorizzazione del Direttore di Dipartimento. Il Referente della gestione delle autovetture può richiedere, in casi di necessità e/o in sua assenza, la collaborazione di altri tecnici.

 

 

ART. 4


Allo stato attuale tre autovetture (Fiat Doblò, targa DC007CP, Fiat Panda Young, targa CB 064DE; Fiat Panda 4x4, targa DT135WC) sono abilitate con un unico telepass all’accesso alla Zona a Traffico Limitato (ZTL) di Firenze. Si raccomanda, prima di ogni spostamento nelle aree in cui vige la ZTL, di richiedere al Sig. Fabio Benedetti o, in sua assenza, alla Sig.ra Angela Cirillo, l’apposito telepass e apporlo bene in vista sul parabrezza dell’auto dove è presente apposito velcro adesivo.

 

 

ART. 5


Le contravvenzioni che perverranno per l’uso delle auto del Dipartimento saranno addebitate all’utilizzatore risultante dal sistema di prenotazione.

 

 

ART. 6


Il Direttore ha facoltà di sospendere dall’utilizzo delle autovetture del Dipartimento il personale che ha effettuato un uso improprio delle stesse e/o non in linea con le disposizioni contenute nel presente documento e nei regolamenti di Ateneo.

 

 

ART. 7


Gli interventi di manutenzione (per esempio revisioni e tagliandi) devono essere programmati entro 30 giorni dalla scadenza prevista. Essi sono autorizzati mediante buono d’ordine emesso dall’Ufficio acquisti del DISPAA e sono subordinati all’accertamento dell’emissione della fattura elettronica da parte dell’autofficina. La scelta di un’autofficina è soggetta al rispetto del principio di rotazione all’interno delle Ditte individuate, indipendentemente dall’autoveicolo. Uno stesso autoveicolo può essere quindi sottoposto a riparazione presso Ditte diverse. Altri interventi di manutenzione che si rendano necessari a seguito di segnalazioni di un malfunzionamento sono ugualmente sottoposti al rispetto del principio di rotazione. La procedura per mettere in atto per questa tipologia di interventi è descritta nelle FAQ presenti all’interno dell’area riservata del sito del DISPAA.

 

 

ART. 8


Gli interventi di manutenzione che richiedano l’acquisto e la sostituzione di uno o più pneumatici, la sostituzione di cristalli, gli interventi sulla carrozzeria, la fornitura di servizi (per es. lavaggi interni e esterni) comportano l’acquisizione di almeno 3 preventivi da Ditte disponibili all’emissione di fattura elettronica. La procedura per mettere in atto questa tipologia di interventi è descritta nelle FAQ presenti all’interno dell’area riservata del sito del DISPAA.

 

 

ART. 9


I pagamenti di tasse e tributi (bolli, canone annuo telepass) devono essere effettuati entro il termine di scadenza. La procedura per effettuare i pagamenti è descritta nelle FAQ presenti all’interno della sezione area riservata del sito di Dipartimento.

 

 

ART.10


I costi di manutenzione previsti agli articoli 7 e 8 e quelli relativi al pagamento di tasse e tributi (art. 9) gravano sui fondi liberi di ricerca delle sezioni che fanno uso degli autoveicoli. Per fondo libero si intende un fondo non soggetto a rendicontazione, diverso sia dal fondo di finanziamento ordinario che dal fondo di Ateneo per la ricerca.

 
ultimo aggiornamento: 29-Gen-2018
Unifi Home Page

Inizio pagina